La gestione del rischio nel trading binario

Se il vostro scopo è quello di fare soldi e siete nuovi alla negoziazione delle opzioni binarie, la cosa importante da tenere a mente è padroneggiare la gestione del rischio.

“Il maggior valore dato al rischio, equivale a ridurre le potenziali perdite.“

Questa tecnica vi aprirà la strada al profitto, in modo da far accrescere il vostro capitale con successo.

Detto questo, avrete capito sicuramente che ruolo assume la gestione del rischio nel trading binario, ma non tutti gli operatori comprendono la portata della sua importanza, tanto che, spesso non la prendono in considerazione, perché la maggior parte dei nuovi operatori sono maggiormente concentrati sul profitto e sulle dimensioni del proprio capitale, piuttosto che attuare una strategia di mitigazione del rischio.

La gestione del rischio non va sottovalutata

Sottovalutare la gestione del rischio può portare ad un trading simile al gioco d’azzardo, perché rincorrere le perdite può innescare un trading dettato dal sentimento e quindi ad una negoziazione d’azzardo che il più delle volte porta al disastro finanziario.

“Quando si fa trading senza un piano di gestione del rischio, si gioca d’azzardo con il vostro capitale.”

Se siete fortunati, un trading d’azzardo può portarvi enormi profitti, ma nel lungo periodo la fortuna può anche non assistervi e la conseguenza potrebbe essere un’esperienza di trading disastrosa.

Quindi, occorre tenere a mente che l’obiettivo del trading delle opzioni binarie non è aumentare il capitale, ma mitigare il rischio.
IMPORTANTE: Non c’è niente di peggio che operare sui mercati finanziari nella speranza che la fortuna vi faccia centrare il risultato, in questo modo rischiate di bruciare il vostro capitale in poche ore di negoziazione.

La decisione sul capitale iniziale

In genere i broker di opzioni binarie richiedono un deposito minimo variabile tra i 100 e i 250 euro. Non ci vuole uno scienziato per capire che con un importo così basso, non è possibile diventare milionari o creare un reddito costante.

“Per fare i soldi veri occorre un deposito minimo di 1000,00 euro”

E’ vero !!!!!!! semplificato di tanto la vostra scelta, ma la decisione sul capitale iniziale deve essere trattata come una proposta d’affari, dipende tutto da cosa volete dal trading:

  • Passare tempo;
  • Fare soldi;
  • Divertimento;
  • Provare una emozione forte.

Il trading è tutto questo, e quindi una volta capito cosa volete, si decide anche cosa e quanto si vuole rischiare. L’importante è un trading consapevole, rischiando per ogni negoziazione non più del 5% del proprio capitale.

Una crescita sostenibile

Vi abbiamo detto che per crescere con profitti interessanti, nel trading di opzioni binarie occorre un finanziamento del capitale di almeno 1.000,00 euro.
Con una corretta gestione del rischio, potrete accrescere il vostro capitale mensilmente fino a raggiungere un profitto tale da definirlo stipendio. La maggior parte degli operatori che negoziano in opzioni binarie a causa della sottocapitalizzazione del loro conto, non riescono a crescere al punto da permettersi anche delle perdite, rischiando così di interrompere la propria carriera di trader ancor prima di iniziare.

Per questo motivo consigliamo innanzitutto molta pratica con un conto demo finché non ci si sente abbastanza sicuri da cominciare a negoziare con soldi veri, tenendo bene a mente la regola di non investire più del 5% del proprio capitale.

Conclusione

Una strategia di gestione del denaro è la migliore possibilità per diventare un operatore di successo.

Se sei un nuovo operatore e non hai la pazienza di cominciare a fare trading con una demo e vuoi immediatamente lanciarti nel mercato con soldi veri, ti consigliamo di fare Copy trading, ossia copiare le negoziazioni di operatori più esperti di te.

Questo è un ottimo modo per cominciare, perché inizierai immediatamente a fare soldi, e in più copiando potrai imparare da chi ne sa più di te.